GAL DEI DUE LAGHI - Sede legale - Via Cuccio 8, 22018 Porlezza (Co) - Sede operativa Via Fornace Merlo 2, 23816 Barzio (Lc)
 immagine
  immagine
Newsletter GAL dei due Laghi
Numero 7 - Dicembre 2011
immagine UFFICI GAL CHIUSI

Gli uffici del GAL saranno chiusi per le feste natalizie da venerdì 23 dicembre e riapriranno lunedì 9 gennaio 2012.Il

immagine

Presidente, i consiglieri e tutto lo staff del GAL dei due laghi augurano Buon Natale e Felice Anno Nuovo

immagine SPORTELLO BANDI E FINANZIAMENTI

Lo sportello “bandi e finanziamenti” è attivo, previo appuntamento al numero 0341 999972, presso la sede operativa del GAL a Barzio (Lc) due giornate al mese. Le date del mese di gennaio 2012 saranno comunicate nella newsletter di gennaio e sul sito www.galdeiduelaghi.org nella sezione news.

Da gennaio 2012, in concomitanza con l’apertura dei bandi Gal Misura 312 e 122, lo sportello informativo sarà attivo anche Gravedona, presso Palazzo Gallio, sede della Comunità Montana Valli del Lario e del Ceresio.

immagine

IDEE, SUGGERIMENTI E PROPOSTE

Raccogliamo idee e suggerimenti che arrivano dagli operatori e dagli attori locali per una migliore valutazione delle esigenze del territorio. Inviate le proposte a info@galdeiduelaghi.org

immagine

IL TERRITORIO SI RACCONTA

In questo numero:

  • Agriturismo RUNCHEE a Vercana

    immagine
immagine

INDICE DELLA NEWSLETTER


ATTIVITA'
  • Bando Gal Misura 122 “Migliore valorizzazione economica delle foreste”
  • Bando Gal Misura 312 “Sostegno alla creazione e allo sviluppo delle microimprese”
  • Sportello“bandi e finanziamenti”: attivo anche a Gravedona, presso la sede della Comunità Montana del Lario e del Ceresio
  • Chiusura uffici GAL per le feste natalizie

  • BANDI E FINANZIAMENTI
  • PSR Misura 112. Insediamento di giovani agricoltori. Regione Lombardia
  • Criteri per l’accesso alle risorse del fondo per l’innovazione delle imprese del terziario (Fin.ter) – Regione Lombardia
  • Bando credito di funzionamento per le imprese agricole
  • Bando garanzie agevolate per l’agroindustria

  • IL TERRITORIO SI RACCONTA
  • Agriturismo RUNCHEE a Vercana
immagine

ATTIVITA'

Bando Gal Misura 122 “Migliore valorizzazione economica delle foreste”

Prossima apertura del Bando GAL dei due laghi sulla Misura 122 “Migliore valorizzazione economica delle foreste”. Data di apertura e testo completo del bando saranno pubblicati sul sito del GAL www.galdeiduelaghi.org

Finalità.
Incrementare la redditività ed il valore economico delle foreste sviluppando e potenziando le funzioni delle foreste dal punto di vista economico, produttivo, ecologico, turistico-ricreativo ed energetico e promuovere l’innovazione delle attrezzature forestali.

Beneficiari.
Possono fare domanda i conduttori di superfici forestali di proprietà di privati, di Comuni o loro associazioni. Sono conduttori di superfici forestali coloro che a qualsiasi titolo (proprietà, affitto, concessione, comodato ecc…) hanno i mappali inseriti nel fascicolo aziendale.

Interventi e spese ammissibili.
TIPOLOGIA A. Solo per superfici forestali oggetto di pianificazione PAF e/o PIF. Interventi straordinari di miglioramento dei soprassuoli forestali con finalità produttive ecologiche: diradamenti, rinfoltimenti e conversione dei cedui, e rispettivi interventi funzionali alle operazioni di taglio come piste forestali (provvisorie d’esbosco), piazzali di carico e tracciati minori (manutenzione, ripristino e realizzazione di brevi tratti ).
TIPOLOGIA B. Recupero di castagneti abbandonati. Gli interventi che interessano superfici forestali maggiori di 2 ha devono ricadere in boschi inclusi in PIF e/o PAF.
B1) Ripristino di castagneti già soggetti a cure colturali,
B2) recupero dei castagneti abbandonati,
B3) conversione di boschi cedui di castagno in castagneto da frutto,
B4) conservazione di esemplari maturi di castagno, solo se abbinata ad una delle precedenti tre azioni.
TIPOLOGIA C. Acquisizione di attrezzature forestali innovative. Esclusivamente se associata ad una domanda di tipologia A per una superficie minima di 5 ha e presentata da un richiedente con sede legale o residenza in Regione Lombardia. 1. macchine e attrezzature forestali utilizzate nelle fasi comprese tra l’abbattimento e l’esbosco,
2. macchinari per l’utilizzo di legname di scarso valore (ad es. cippatore),
3. attrezzature per la sicurezza del lavoro (esclusi i Dispositivi di Protezione Individuale)

TIPOLOGIA SPESA MINIMA AMMISSIBILE SPESA MASSIMA AMMISSIBILE % CONTRIBUTO SPESA MASSIMA AMMISSIBILE UNITARIA CONTRIBUTO MASSIMO CEDIBILE
A) Interventi staordinari di miglioramento dei soprassuoli forestali 10.000,00 € 60.0000,00 € 60 4.000,00/ha 36.000,00 €
Recupero castagneti 6.000,,00 € 50.000,00 € 60 200,00/pianta
(azione B4) o 6.000,00/ha
30.000,00 €
Acquisto attrezzature   100.000,00 € 60 € 200.000,00 60.000,00 €


Termini per la presentazione delle domande .
I soggetti che intendono presentare domanda di contributo devono preventivamente aver costituito o aggiornato il fascicolo aziendale presso i Centri di Assistenza Agricola (CAA) riconosciuti dalla Regione Lombardia. Successivamente le domande devono essere presentate autonomamente o attraverso un soggetto delegato, tramite il SIARL (Sistema Informativo Agricolo di Regione Lombardia). I termini per la presentazione delle domande saranno comunicati dopo la pubblicazione del bando


Bando Gal Misura 312 “Sostegno alla creazione e allo sviluppo delle microimprese”

Prossima apertura del Bando GAL dei due laghi sulla Misura 312 “Sostegno alla creazione e allo sviluppo delle microimprese”. Data di apertura e testo completo del bando saranno pubblicati sul sito del GAL www.galdeiduelaghi.org

Finalità.
Contrastare la tendenza al declino socio-economico dei territori rurali migliorando la qualità della vita e promuovendo l’imprenditorialità e l’occupazione in particolare tra i giovani e le donne attraverso la realizzazione di attività di trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli, dell’artigianato, del turismo rurale, delle energie rinnovabili e dei servizi essenziali.

Beneficiari.
Possono presentare domanda le microimprese. Si definisce microimpresa un'impresa che occupa meno di 10 persone, che realizza un fatturato annuo,oppure un totale di bilancio annuo, non superiore a 2 milioni di euro e che esercita un'attività economica .

Interventi ammissibili.
a) l’acquisizione di attrezzatura e macchine per l’innovazione ed il miglioramento qualitativo delle produzioni, ad esempio: l’acquisto di attrezzature e macchine per la raccolta di prodotti, sottoprodotti e residui della produzione agricola, zootecnica e forestale per l’alimentazione di impianti energetici; le strutture di stoccaggio e gli impianti per la produzione di pellet; attrezzature e macchine per la movimentazione, consegna e commercializzazione di biomasse (pellet, cippato ecc.);
b) la realizzazione ed il miglioramento degli impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili o per l’ottenimento di significativi risparmi energetici nei cicli produttivi:
c) la riconversione o la riqualificazione di esercizi commerciali esistenti, anche attraverso l’adozione di formule innovative, quali l’utilizzo di tecnologie informatiche e i cosiddetti “negozi multiservizio”,
d) la realizzazione di strutture ricreativo e servizi di ricettività turistica (B&B) e l’avviamento di servizi essenziali a favore della popolazione e del territorio rurale, quali strutture di servizio per le microimprese (incubatoi d’impresa)
e) l’acquisizione di servizi reali (studi, consulenze, ricerche, elaborazioni, ecc.) a supporto delle iniziative previste dalla presente misura a favore delle microimprese;
f) l’adattamento, la costruzione e l’acquisto di attrezzature e macchine operatrici, necessarie per l’attuazione di: manutenzione del verde, sfalcio di prati, rasatura di tappeti erbosi, potatura di alberi e siepi, concimazione e pulizia di terreni, giardini e parchi, compresa l’attività di compostaggio del verde; pulizia e sicurezza della viabilità stradale e pedonale (spargimento di sale e sabbia, sgombero della neve); pulizia di fosse biologiche, vasche di deiezioni e scarichi urbani, civili e industriali e relativa gestione dei reflui.

Entità del contributo.
L’aiuto sarà erogato come contributo in conto capitale. L’ammontare del contributo è pari al 60% della spesa ammessa. L’importo minimo di spesa è pari a 20.000,00 Euro. L’importo massimo di spesa per domanda è di 60.000,00 Euro con un relativo contributo pari a 36.000,00 Euro.
La dotazione finanziaria del presente bando è pari a 359.600,00 Euro di contributo pubblico.
Termini per la presentazione delle domande.
Le domande devono essere presentate autonomamente o attraverso un soggetto delegato tramite il SIARL (Sistema Informativo Agricolo di Regione Lombardia). I termini per la presentazione delle domande saranno comunicati dopo la pubblicazione del bando.


Sportello “bandi e finanziamenti”: attivo anche a Gravedona

Lo sportello “bandi e finanziamenti” è attivo presso la sede operativa del GAL a Barzio (Lc) due giornate al mese. Le date del mese di gennaio 2012 saranno comunicate nella newsletter di gennaio e sul sito www.galdeiduelaghi.org nella sezione news.

Da gennaio 2012, in concomitanza con l’apertura dei bandi Gal Misura 312 e 122, lo sportello informativo sarà attivo anche Gravedona, presso Palazzo Gallio, sede della Comunità Montana Valli del Lario e del Ceresio.

Lo sportello è gratuito e rivolto ad aziende private ed enti pubblici del territorio del GAL. Fornisce informazioni in merito ad incentivi pubblici e bandi aperti su fondi locali, regionali e statali.
Per informazioni e prenotazioni contattare la segreteria del GAL dei due laghi:
Tel. 0341 999972 (dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30)
Mail: info@galdeiduelaghi.org

immagine

BANDI E FINANZIAMENTI

PSR Misura 112. Insediamento di giovani agricoltori- Regione Lombardia

Finalità.
La misura 112 concede un aiuto all’insediamento dei giovani agricoltori attraverso l’attivazione di un piano di sviluppo aziendale e l’utilizzo di uno specifico pacchetto di misure, con l'obiettivo di valorizzare i giovani imprenditori agricoli e forestali incentivandone l'insediamento.

Beneficiari.
I giovani agricoltori che al momento della presentazione della domanda:
1.hanno età compresa tra i 18 anni compiuti e i 40 anni non ancora compiuti;
2.hanno la competenza e la conoscenza professionale:
3.presentano un Piano aziendale per lo sviluppo dell’attività agricola,
4.conducono, per la prima volta, in qualità di titolare/legale rappresentante una impresa individuale, una società agricola o una società cooperativa.

Entità del contributo.
Il sostegno è erogato in conto capitale come premio unico  e ammonta a:
- €15.000 in area svantaggiata di montagna;
- €10.000 in tutte le altre zone.
Nel caso in cui il richiedente aderisca alla misura 112 presentando un piano di sviluppo aziendale (business plan) che preveda significativi interventi finalizzati al conseguimento di obiettivi relativi a:
- innovazioni di processo e/o di prodotto, anche nell'ambito della diversificazione;
- prodotti di agricoltura biologica, DOP, IGP, VQPRD, IGT o a materie prime necessarie alla realizzazione di questi prodotti;
- fonti energetiche rinnovabili;
- miglioramento dell'efficienza irrigua;
- progetti di filiera corta.   

------------------------------------
L'importo del premio è aumentato a:
- € 38.000 in zona svantaggiata di montagna;
- € 26.000 in tutte le altre zone.
nei due casi, tra loro alternativi, di seguito riportati: 
1. il richiedente aderisca alla presente Misura con modalità "Pacchetto giovani", comprendente la richiesta del contributo ai sensi della Misura 121 “Interventi per la gestione sostenibile degli effluenti di allevamento” con una spesa ammissibile maggiore o uguale a € 50.000 in zona svantaggiata di montagna e a € 80.000 in tutte le altre zone.
2. il richiedente aderisca alla presente Misura, presentando un Piano aziendale comprendente investimenti che siano riconducibili alle tipologie di intervento ammissibili ai sensi delle Misure 121 e/o 311 e da realizzare senza il contributo ai sensi di queste ultime Misure.
Gli aiuti previsti dalle altre Misure incluse nel piano aziendale e finanziate tramite il "Pacchetto giovani" sono erogati secondo le disposizioni attuative relative alle singole Misure.

Termini per la presentazione delle domande.
Le domande possono essere presentate ininterrottamente fino al 14 dicembre 2012. Tuttavia, al fine dell’istruttoria delle domande e della redazione delle graduatorie, quest’arco temporale viene suddiviso in periodi, di seguito elencati:
Periodo II. Data inizio 16.11.2011 Data fine 15.03.2012
Periodo III. Data inizio 16.03.2012 Data fine 31.07.2012
Periodo IV. Data inizio 01.08.2012 Data fine 14.12.2012
La domanda, corredata della documentazione indicata nel bando, deve essere presentata alla Provincia sul cui territorio avviene l’insediamento.


Criteri per l’accesso alle risorse del fondo per l’innovazione delle imprese del terziario (Fin.ter.) - Regione Lombardia

Finalità.
La Regione Lombardia intende attivare una nuova linea di intervento diretta alle micro, piccole e medie imprese dei settori commercio, turismo e servizi destinata a promuovere interventi di innovazione di processo, di prodotto, di organizzazione aziendale intendendo per innovativo un intervento che dota l’impresa di un sistema di gestione e/o di organizzazione di natura avanzata.
La dotazione iniziale a disposizione ammonta a € 6.000.000,00.

Beneficiari.
Micro, piccole e medie imprese, anche di nuova costituzione operanti nei settori commercio, turismo e servizi aventi sede legale e/o operativa in Lombardia, iscritti al Registro delle Imprese ed in attività al momento di presentazione della domanda. I codici ATECO di riferimento sono dettagliati nel bando.

Spese e interventi ammissibili.
Commercio

a)Investimenti tecnologici a supporto dell’innovazione e per lo sviluppo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT)
b)Investimenti per la sostenibilità ambientale anche con particolare riferimento alla mobilità e ai carburanti
c)Innovazione infrastrutturale
d)Investimenti per l’accesso ai servizi di pagamento sicuro
e)Ammodernamento del punto vendita

Turismo
a)Investimenti finalizzati alla riduzione dell’impatto ambientale, al risparmio energetico nonché all’efficienza energetica
b)Investimenti in nuove tecnologie, anche informatiche e di telecomunicazione per la gestione delle attività e dei servizi
c)Investimenti finalizzati a favorire l’accessibilità alle strutture nonché a rendere più efficaci le azioni di comunicazione e promozione
d)Interventi per prodotti e servizi finalizzati all’innovazione dell’offerta
e)Interventi per il miglioramento del sistema gestionale o organizzativo delle imprese
f)Interventi strutturali e infrastrutturali finalizzati all’innovazione delle strutture in vista dell’adeguamento ai nuovi standard tecnologici
g)Investimenti in strumenti di fidelizzazione della clientela

Servizi
a)Servizi infrastrutturali
b)Nuove applicazioni
c)Innovazione di processo e di prodotto
d)Strumenti e tecnologie che abilitano pratiche organizzative di coinvolgimento diffuso, collaborazione e condivisione di conoscenza all’interno e all’esterno dell’azienda
e)Tecnologie informatiche a supporto dei processi che coinvolgono partner esterni
f)Tecnologie digitali avanzate a supporto dei processi produttivi
g)Produzione e gestione di servizi complessi “chiavi in mano” o “global service”
h)Attrattività del territorio in ottica di una “Lombardia Smart” sul modello delle cosiddette “Smart Cities”
L’entità dell’investimento ammissibile non potrà essere inferiore a € 15.000,00 e superiore a € 200.000,00. I progetti dovranno essere realizzati entro 12 mesi dalla data di pubblicazione delle graduatorie.

Entità del contributo.
L’agevolazione finanziaria consiste in un contributo nella misura massima del 50% dei costi ritenuti ammissibili di cui il 50% a fondo perduto ed il restante 50% a rimborso a tasso 0,5%.
I termini di presentazione delle domande.
Saranno stabilite dall’apposito bando di prossima pubblicazione.




Bando credito di funzionamento per le imprese agricole

La Direzione Generale Agricoltura per far fronte all’attuale crisi finanziaria ha riattivato la misura del credito di funzionamento per favorire l’accesso al credito delle PMI agricole che prevede il concorso nel pagamento degli interessi sulle operazioni di credito effettuate dalle banche.

Beneficiari.
L’aiuto è riservato alle PMI che abbiano sede legale e operativa nel territorio lombardo e siano iscritte al registro delle imprese della CCIAA alla sezione speciale imprenditori agricoli o alla sezione coltivatori diretti e sono autorizzate ad operare le banche aderenti al Regolamento predisposto da Finlombarda, cui è stata affidata la gestione del fondo regionale.

Ambito di intervento.
Il finanziamento concesso dalla banca sarà destinato a sostenere il fabbisogno finanziario dell’impresa agricola per esigenze di funzionamento aziendale con un importo minimo ammissibile a contributo pari a euro 20.000,00 ed un massimo pari ad euro 100.000,00. La durata del finanziamento non potrà essere inferiore ai 24 mesi e superiore ai 60 mesi, comprensiva dell’eventuale periodo di preammortamento della durata massima di 12 mesi. Agevolazione.
Il contributo erogato da Finlombarda direttamente all’impresa agricola è determinato sull’importo del finanziamento ammesso all’agevolazione ed è pari al 2% annuo. La disponibilità finanziaria è di euro 4.000.000,00.

Termini presentazione delle domande.
Le domande di finanziamento possono essere presentate fino ad esaurimento delle disponibilità finanziarie e comunque entro e non oltre il 30 aprile 2012.



Bando garanzie agevolate per l’agroindustria

La Direzione Generale Agricoltura ha modificato lo strumento finanziario per favorire l’accesso al credito delle piccole e medie imprese, operanti sul territorio lombardo nel settore della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli, finalizzato alla ristrutturazione del debito. 
E’ stato infatti assegnato a Federfidi un finanziamento di € 4.600.000 circa da utilizzare, esclusivamente,  per favorire l'accesso al credito delle piccole e medie imprese e delle cooperative agricole offrendo garanzie dirette e cogaranzie alle aziende. L'intervento prevede garanzie per il 70% dei finanziamenti bancari con un 10% ad opera dei Confidi (importo massimo totale 12,8 milioni di euro) e un altro 60% (importo totale fino a 77 milioni) garantito da Federfidi Lombardia grazie all'accordo con la Regione.

Beneficiari.
Possono presentare domanda le micro, piccole e medie imprese che operano nel settore della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli; i prodotti lavorati e commercializzati devono essere quelli dell’allegato 1 del Trattato sia “in entrata” che “in uscita”. 
Le imprese devono trasformare e commercializzare materia prima che, per almeno il 60%, sia di provenienza extra-aziendale, condizione che non si applica alle cooperative agricole e alle Organizzazioni di Prodotto. 

Agevolazione
Il costo delle garanzie a carico del beneficiario è pari all'1% una tantum dell'importo garantito.
L’importo minimo del finanziamento è stabilito in € 200.000 ed il massimo in € 1.500.000 con una durata compresa tra i 3 e i 10 anni.

Termini per la presentazione delle domande.
Per accedere all'agevolazione l'impresa deve rivolgersi presso gli uffici del proprio Confidi di riferimento.
Le domande vengono presentate a Federfidi fino al 31 dicembre 2012, salvo anticipato esaurimento dei fondi.
I finanziamenti possono essere concessi dalle banche per reintegro della liquidità e/o ristrutturazione del debito alle PMI che abbiano sostenuto investimenti nel territorio della Regione Lombardia nel periodo intercorrente tra il 1 gennaio 2003 e la data di presentazione della domanda.
immagine

IL TERRITORIO SI RACCONTA

Agriturismo RUNCHEE a Vercana

Se vuoi degustare i prodotti e piatti tradizionali del Lago di Como scegli “Runchee”. L'Agriturismo Runchee è situato a Vercana, poco sopra Domaso. Circondati dallo splendido panorama del Lago di Como, nella veranda panoramica in legno si possono degustare piatti tradizionali, deliziosi e genuini.
Il menù proposto è composto da antipasti misti di propria produzione, primi piatti a base di castagne, ravioli fatti in casa con ripieno di formaggio di capra e gnocchi al cucchiaio. I secondi piatti comprendono grigliate miste di carne, tagliate, spiedini ecc... accompagnati da verdure di stagione coltivate in azienda. I dolci sono fatti in casa e includono le torte e il delizioso tiramisù. Si propongono sia menù fissi che alla carta.

immagine immagine immagine
immagine immagine immagine


griturismo RUNCHEE
VERCANA- Via ai monti
tel +39 0344 83750
Cell. +39 3404815274
E-mail: runche@tiscali.it
www.agriturismorunche.com

immagine

IDEE, SUGGERIMENTI E PROPOSTE


Raccogliamo idee e suggerimenti che arrivano dagli operatori e dagli attori locali per una migliore valutazione delle esigenze del territorio che potranno avere una ricaduta nella presente programmazione (2007-2013) o nella costruzione del prossimo Piano di Sviluppo Locale (2014-2020).
Lo scopo è quello di elaborare progetti di valorizzazione del territorio nelle sue valenze economiche, sociali e turistiche attraverso l’azione integrata dei soggetti privati e pubblici.
Inviate le vostre proposte a info@galdeiduelaghi.org.

 

inoltra Per informazioni
GAL DEI DUE LAGHI
Dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30
Via Fornace Merlo 2, 23816 Barzio (Lc)
Telefono: 0341 99 99 72
Mail info@galdeiduelaghi.org
Web site: www.galdeiduelaghi.org
 

immagine

 
Qualora non si desideri ricevere le comunicazioni del GAL dei due laghi, inviare una e-mail a info@galdeiduelaghi.it o un fax al numero 0341 911899 con oggetto “cancellazione mailing list”. Il trattamento dei dati degli iscritti alla newsletter del GAL dei due laghi è conforme a quanto previsto dal Codice in materia di protezione dei dati personali (Decreto legislativo n. 196 del 30 giugno 2003).